Finanza Agevolata

Home >> Finanza Agevolata
NOTIZIE SULLA FINANZA AGEVOLATA
SCS E LA FINANZA AGEVOLATA

 

FINANZA AGEVOLATA E LE AZIENDE
FINANZA AGEVOLATA - COS'E'

La finanza agevolata è una specializzazione della finanza aziendale dedicata al reperimento di fonti di finanziamento a condizioni migliori rispetto a quelle di mercato, utilizzando gli strumenti agevolativi pubblici di provenienza comunitaria, nazionale e locale che le autorità preposte mettono a disposizione delle imprese in un’ottica di sviluppo territoriale e di miglioramento della competitività dell’intero sistema economico.

FINANZA AGEVOLATA - COSA OFFRE

La finanza agevolata permette di accedere alle risorse finanziarie che Unione europea, lo Stato, le Regioni, le Province mettono a disposizione attraverso bandi pubblici per sostenere gli investimenti e sostenere le attività di Imprese e Enti Pubblici.

 

DA DOVE PROVIENE QUESTA DISPONIBILITA’ ECONOMICA

I FONDI EUROPEI QUESTI SCONOSCIUTI !

La maggior parte della risorse economiche presenti nei vari bandi provengono principalmente dai fondi europei, che la UE mette a disposizione degli stati membri.

  • Rappresentano una opportunità reale di crescita di una azienda.
  • Possono aiutare l’impresa a reperire risorse finanziarie a condizioni più vantaggiose.
  • Sono di due tipi:
    • Gestione diretta (gestita direttamente dal legislatore di Bruxelles - UE)
      • HORIZON 2020 - innovazione tecnologica e ricerca
      • COSME - sostegno delle imprese (2014-2020): strumenti garanzia prestiti e capitale proprio
      • ERASMUS PLUS - giovani, lo studio e lo sport
      • EASI - occupazione e innovazione sociale
      • LIFE - ambiente ed clima,
      • ALTRI - sicurezza, giustizia, cittadini, salute, cooperazione e sviluppo sociale ed umano.
    • Gestione indiretta (fondi gestiti indirettamente dal legislatore nazionale - Governo o Regioni).
      Più semplici da gestire: il rapporto con il beneficiario finale avviene indirettamente attraverso le autorità nazionali, regionali o locali - essi sono:
      • FESR : fondo Europeo di sviluppo regionale per il sostegno alle piccole e medie imprese, per l’economia a basse concentrazioni di carbonio per l’innovazione e la ricerca, le risorse dipendono dalle categorie delle Regioni più o meno sviluppate;
      • FSE : fondo Sociale Europeo, per sostenere l’occupazione;
      • FC : fondo di coesione per la riduzione delle disparità economiche e sociali, lo sviluppo sostenibile ed il miglioramento della qualità della vita dei cittadini.
      • FEASR: fondo europeo, agricolo per lo sviluppo rurale
      • FEAMP: fondo europeo per lo sviluppo affari marittimi e pesca

PERCHE’ RIVOLGERSI ALLE FORME DI AGEVOLAZIONE PROPOSTE DALLA «UE»

Per un azienda le motivazioni principali sono le seguenti:

  • Finanziamenti a tasso agevolato o tasso zero
  • Finanziamenti esclusi da garanzie reali
  • Contributi erogati in conto capitale (a fondo perduto)

QUALI SONO LE PRINCIPALI COMPONENTI DI UN BANDO

Un bando di finanziamento ha sempre presenti le seguenti caratteristiche comuni:

  • Motivazioni e obiettivi
  • Localizzazione dei soggetti beneficiari
  • caratteristiche di ammissibilità di coloro che possono ricevere il contributo
  • Attività soggette al finanziamento, attività e interventi comperti dal finanziamento
  • Tipologia di sovvenzione prevista
  • Tempistica per la presentazione delle domande e fondi disponibili
  • Procedure tecniche per la presentazione del bando

Struttura di SCS s.a.s. per la finanza agevolata

 
SCS s.a.s. offre figure tecniche che hanno sviluppato la propria professionalità nella realizzazione di bandi nazionali ed internazionali,con supporto di partner di alto livello.

Caratteristica importante è la multidisciplinarietà delle risorse impiegate nei progetti di finanziamento; le professionalità spiccate che SCS s.a.s. presenta in questo contesto sono:

  • forte esperienza amministrativa e contabile, con esperienza di gestione di problematiche amministrative di alto livello, conoscenza di diritto italiano e conoscenze legali;
  • certificazione in Project Management di gran parte dei soggetti partecipanti; esperienza decennale nella gestione di progetti nei più svariati campi amministrativi e tecnici;
  • presenza di tecnici con esperienza di gestione di numerosi progetti, anche in ambito di RTI e partenariato, con forte esperienza in ambito tecnico ingegneristico.
  • forte competenza informatica, per la gestione di pratiche dei progetti, e utilizzo di software automatici specializzati nel reperimento di informazioni relative ai bandi
  • approccio con tecniche di project management nella gestione dei progetti
  • collaborazioni con professionisti interni ed esterni per le fasi tecniche del progetto (traduzioni, generazione file e supporti informatici ecc..);

COSA FACCIAMO PER LE AZIENDE E GLI ENTI PUBBLICI

Completo Supporto Amministrativo Realizzazione Bando

  • Coordinamento fra i vari uffici ed enti
  • Coordinamento preparazione documentazione
  • Preparazione domanda richiesta agevolazione
  • Presentazione e invio domanda per accedere agevolazione
  • Rapporti con gli enti eroganti
  • Rendicontazione finanziaria progetti approvati
  • Gestione erogazione finanziamento

Project Management

  • Pianificare, organizzazione e gestione di tutte le componenti del processo di acquisizione del finanziamento
  • Gestione dei progetti di finanziamento secondo tecniche standard
    • Definizione obiettivi di progetto e risorse
    • Realizzazione baseline di progetto
    • Predisposizione e gestione piano di comunicazione
    • Coordinamento esecuzione
    • Chiusura progetto
  • Referente ISIPM (Istituto Italiano di Project Management) per la provincia di Lucca

Supporto tecnico ingegneristico e informatico

  • Presenza di ingegneri per consulenze tecniche legate a
    • costruzioni / edilizia
    • efficientamento energetico
    • informatica e nuove tecnologie
  • Elevata competenza e capacità di gestione di sistemi informatici
  • Scrittura di programmi e procedure informatiche personalizzate specifiche per la gestione dei dati (richiesta, memorizzazione, analisi).

 

Modalita' di erogazione del servizio di consulenza

 

Struttura organizzativa completa
Sede operativa un ufficio situato nel comune di Pietrasanta; presenza una struttura informatica di prima qualità, 4 postazioni di lavoro comodi nell’ufficio principale, una sala riunioni con televisore per le presentazioni, una piccola zona bar, ulteriore ufficio per le riunioni private.Sala corsi attrezzata, con circa 20 posti disponibili, semplice accesso alle auto, presenza di parcheggi riservati.

SCS s.a.s. ha 3 siti internet di presentazione, un blog tecnico, un server personale di email, in cui e’ possibile configurare tutti gli account e i domini di email desiderati, ed è strutturata per inviare newsletter.

tecniche di project management

Per l’erogazione di questo servizio verranno utilizzate specificatamente tecniche di project management, largamente sperimentate e conosciute dalle risorse coinvolte, all’altezza di progetti eseguiti;la gestione della comunicazione fra membri dei team verrà curata particolarmente

Progetti di finanziamento divisi in fasi

Prima fase: analisi dei bisogni e dei requisiti dei singoli uffici; incontro con i responsabili operativi, per capire le esigenze e le richieste, al momento dell’incontro. Fase necessaria per la focalizzazione degli obiettivi di ricerca dei bandi e finanziamenti.

Seconda fase: ricerca dei finanziamenti e contributi disponibili. Questa fase è una attività che durerà praticamente per tutto il mandato, è mirata alla ricerca di opportunità specificate e selezionate dai singoli uffici; individuazione di interesse su finanziamento, ed eventuale selezione di altri partner, ricercati per attinenza o interesse.

Terza fase: realizzazione e attuazione dei progetto di ottenimento dei finanziamenti; presenza del direttore tecnico con ruolo di coordinamento del progetto ed esperto della materia, con ruolo di responsabilità della compilazione di tutti i formulari e schede previste; elaborazione del budget, predisposizione degli elaborati e inoltro degli stessi; chiusura della richiesta di finanziamento.

Fase finale: rendicontazione

  • Coordinamento reperimento informazioni e documenti presso gli uffici coinvolti
  • Invio e sottomissione degli stessi per mezzo delle piattaforme a disposizione dei singoli bandi
  • Monitoraggio del progetto

Chiusura: riunione di fine progetto e analisi della “lession learned”.

PIANO D’AZIONE PER L’IMPRESA CHE DESIDERA OTTENERE
UN’AGEVOLAZIONE PROPOSTA DAI FONDI EUROPEI

FASE 1 – Predisposizione dati amministrativi

In ogni proposta progettuale, devono essere disponibili i dati amministrativi che l’impresa costituita o in fase di costituzione dovrà essere in grado di fornire; nello specifico si tratta di quanto segue:

  • Ragione sociale
  • Posizione giuridica
  • Indirizzo della sede
  • Codice attività dell’impresa
  • Anagrafica della persona abilitata a rappresentare giuridicamente l’impresa titolo
  • Nome e riferimenti di eventuali soci
  • CV del richiedente

FASE 2 – Studio e analisi fattibilità del progetto

Il progetto deve essere fattibile cioè deve avere la possibilità che sia realmente realizzato e che siano effettivamente raggiunti gli obbiettivi prefissati

  • Studio preliminare fattibilità del progetto
  • Analisi di dettaglio tecnica realizzativa delle componenti del progetto

FASE 3 – Realizzazione del progetto di finanziamento

Realizzaione delle componenti progettuali del finanziamento

  • Titolo del progetto: è necessario scegliere un titolo al progetto, può essere una parola oppure una breve frase e serve già per dare un’idea di quello che sarà il programma da portare a termine.
  • Descrizione del progetto: il progetto è un complesso di attività correlate fra loro che dovranno portare al conseguimento di un risultato in un determinato tempo e con determinate risorse e costi;
  • Componenti principali del progetto: le principali caratteristiche che riguardano un progetto, possono essere le seguenti
    • Descrizione dell’attività economica che si intende svolgere o che è già in corso.
    • Eventuali elementi di innovazione di processo, di prodotto o di servizio.
    • Analisi del mercato.
    • Analisi della concorrenza con i relativi punti di forza o debolezza.
    • Indicazione dell’area geografica dove avrà sede o ha sede l’attività.
    • Descrizione dei prodotti e servizi offerti e relativi prezzi di vendita.
    • Spiegazione dei criteri utilizzati per la definizione del prezzo di vendita.
    • Descrizione delle strategie di marketing per l’ottenimento del maggior profitto.
    • Descrizione degli obbiettivi di vendita.
    • Descrizione del programma degli investimenti (opere murarie, fabbricati, impianti, macchinari, programmi software, acquisti hardware, costi per la formazione specialistica, consulenze specialistiche…)
    • Individuazione delle tempistiche per la realizzazione del progetto.
    • Descrizione delle fonti di finanziamento in corso (soci o Bancari).
    • Descrizione delle agevolazioni richieste.
    • Indicazione delle eventuali garanzie per il progetto.
    • Previsioni dei flussi di cassa che l’azienda sarà in grado di generare a supporto dell’investimento da fare.

FASE 4 – parte burocratica per la realizzazione del progetto

Al progetto di cui sopra volto all’ottenimento dell’agevolazione, segue una parte burocratica di notevole importanza che si può riassumere nei seguenti passi:

  • Richiesta della firma digitale da parte del titolare e indirizzo di PEC
  • Presentazione della domanda sul portale di riferimento con tutti gli allegati richiesti dal bando
  • Predisposizione di un c/c bancario
  • Attesa della conferma di accettazione della domanda di agevolazione
  • Invio di ulteriori documenti richiesti ( per esempio in caso di impresa che non era ancora stata costituita al momento della domanda, invio della relativa documentazione)
  • Inizio degli investimenti e stato avanzamenti lavori
  • Rendicontazione di tutto quello che riguarda il progetto, fatture, eventuali pagamenti, per l’erogazione del finanziamento o contributo richiesti.